Come sbarazzarsi dei Topi

topi Mus come sbarazzarsi dei

I topi sono piccoli mammiferi roditori con una presenza diffusa in tutto il mondo. Di solito entrano nelle case delle persone, in cerca di cibo e riparo. Tra le specie di topi del nostro paese, il più comune è il topo domestico (Mus musculus) e talvolta l’arvicola dei prati.

I topi si trovano sia all’interno della casa che all’esterno (in giardini, terrazze, ecc.). La loro presenza è più spesso segnalata nelle zone cucina o negli spazi di conservazione degli alimenti, dove i topi sono attratti dall’odore. Oltre ai danni che possono causare ad alimenti e pavimenti/pareti (nel tentativo di entrare in casa), possono essere portatori di malattie e parassiti, come pulci e zecche.

topi Mus come sbarazzarsi dei

Segni di un’infestazione da topi

Il primo segno di topi in casa sono i loro escrementi. Il più delle volte si trovano vicino a confezioni/scatole di cibo, in cassetti o armadi, sotto i lavandini, in aree nascoste e lungo i percorsi dei topi. In generale, i roditori lasciano più escrementi nelle aree in cui hanno costruito un nuovo nido o dove si nutrono, quindi si consiglia di ispezionare l’area per individuarli. Inoltre, nelle aree infestate, la presenza di topi può essere segnalata attraverso il loro odore specifico.

Inoltre, altri segni di altre infestazioni di topi sono tracce di imballaggi danneggiati, mobili rossi, buchi nei muri e persino nidi.

Metodi per il controllo dei topi al chiuso

Al chiuso, la soluzione più adatta è utilizzare trappole per catturare i topi ed eliminarli. Non è consigliabile utilizzare pesticidi all’interno della casa, perché i roditori muoiono solo dopo alcuni giorni. In questo caso, se i topi non vengono rimossi in condizioni controllate, i loro corpi possono emettere odori sgradevoli e diventare una fonte di infezione.

Le trappole vengono solitamente posizionate lungo il loro percorso, per attirarli il più rapidamente possibile. Possono essere collocati in luoghi riparati, vicino ai muri o negli angoli, dietro i mobili.

Insieme alle trappole, vengono utilizzate esche (sotto forma di pezzi di cibo o attrattivi professionali), che hanno il ruolo di attirare i roditori verso la trappola. Per le esche alimentari, il più utilizzato è il burro di arachidi, ma sono efficaci anche altri alimenti dal sapore forte (cioccolato, carne affumicata, formaggio o gelatine). Tuttavia, se i topi hanno altre fonti di cibo, è necessario utilizzare attrattivi professionali per renderli più efficienti. Inoltre, negli spazi senza fonti d’acqua, l’uso di attrattivi in ​​forma liquida può essere una buona opzione per attirare più facilmente i topi.

Tipi di trappole per topi

Trappole adesive

Sono realizzate in cartone o plastica, a cui vengono aggiunti adesivo e un attrattivo, per invogliare i topi ad avvicinarsi alla trappola. Le trappole adesive possono essere montate molto rapidamente e non richiedono rinforzo. Sono usa e getta: dopo aver catturato i topi devono essere gettati via. Non è consigliabile posizionarli in aree con polvere o elevata umidità, perché possono essere facilmente danneggiati. Inoltre, temperature molto basse o molto alte possono influenzare la consistenza dell’adesivo, riducendone l’efficienza.

Le trappole adesive possono anche essere posizionate in stazioni di cartone o plastica, per proteggerle da fattori esterni per un periodo di tempo più lungo e per rendere più difficile la fuga dei roditori.

TRAPPOLE ADESIVE CONSIGLIATE PER IL CONTROLLO DEI TOPI:

Le trappole adesive sono piastre ricoperte da uno strato di colla, con l’obiettivo di catturare i topi che si trovano su una determinata superficie. Queste trappole vengono utilizzate insieme a uno speciale attrattivo per roditori per attirare i topi, che rimarranno intrappolati sull’adesivo. Le dimensioni della trappola possono variare, alcune sono in grado di catturare più topi contemporaneamente. Le trappole vengono rimosse insieme ai roditori catturati nell’adesivo.

Trappole meccaniche

Uccidono istantaneamente i topi mentre i roditori attivano il lembo e disarmano la trappola. Sono usati insieme alle esche (cibo o attrattivi speciali) per attirare i roditori nella trappola. Una volta armate, le trappole meccaniche devono essere posizionate in zone nascoste dell’edificio. In questo modo saranno protetti dall’accesso di bambini o animali domestici. Se una trappola viene disarmata accidentalmente, dovrà essere riarmata. Pertanto è necessario controllare spesso la trappola. Dopo aver catturato i roditori, le trappole meccaniche possono essere nuovamente utilizzate. Tuttavia, prima del riutilizzo, è ideale lavarle con acqua calda. Ciò rimuoverà l’odore dai roditori catturati, il che potrebbe ridurre l’efficienza della trappola. La loro disinfezione è importante anche per non diffondere agenti patogeni da un topo all’altro e nell’ambiente. 

TRAPPOLE MECCANICHE CONSIGLIATE PER IL CONTROLLO DEI TOPI:

Le trappole meccaniche sono trappole riutilizzabili che, a differenza delle trappole autobloccanti, uccidono i topi all’istante. Agiscono quando i roditori attivano il lembo e disarmano la trappola. Possono essere realizzate in plastica o legno. Possono essere utilizzate con attrattivi solidi o liquidi.

Per un facile monitoraggio degli animali catturati, è possibile utilizzare trappole meccaniche insieme a trasmettitori che segnalano la cattura di roditori. Il dispositivo si collega alla trappola ed emette un segnale acustico quando attivato. Quando un topo viene catturato nella trappola, emette 3 beep a intervalli di 30 secondi. La frequenza del dispositivo consente di ascoltare il suono su un’ampia area. Pertanto, non è più necessario controllare costantemente le trappole, ma si consiglia di rimuovere gli animali catturati il ​​prima possibile.

TRASMETTITORI CONSIGLIATI:

I trasmettitori sono dispositivi elettrici appositamente progettati per facilitare il controllo dei roditori in ambienti chiusi quando si utilizzano trappole meccaniche. Monitorando e segnalando ogni parassita catturato, non è più necessario il controllo costante delle trappole. In quanto tali, sono destinati in particolare ad applicazioni quali: edifici per uffici, supermercati, aree di difficile accesso e aree ristrette come soffitti, controsoffitti, ecc.

Trappole autobloccanti

Possono essere realizzate in metallo o plastica: bloccano i topi all’interno ma non li uccidono all’istante. Sono consigliati per spazi con infestazioni di alto livello poiché possono catturare più topi contemporaneamente. La trappola non richiede controlli o rinforzi costanti. I topi catturati all’interno vengono eliminati. Si usano insieme alle esche (speciali attrattivi o pezzi di cibo), e al loro interno possono essere posizionate delle piastre adesive, aumentando le velocità di eliminazione. Come le trappole meccaniche, possono essere riutilizzate dopo essere state lavate e disinfettate.

TRAPPOLE AUTOBLOCCANTI CONSIGLIATE PER IL CONTROLLO DEI TOPI:

Sono trappole di metallo o di plastica che bloccano i topi all’interno ma non li uccidono sul posto. Richiedono un’ispezione periodica, al fine di eliminare i topi intrappolati all’interno. Sono usati insieme a un’esca (attrattivo speciale o pezzi di cibo). Come le trappole meccaniche, possono essere riutilizzate dopo essere state lavate e disinfettate.

Trappole elettriche

Realizzate in plastica e metallo, queste trappole catturano i topi e li uccidono emettendo scariche elettriche ad alta tensione. Sono posizionati all’interno, in aree prive di umidità e polvere. Possono essere utilizzati insieme ad attrattivi professionali o attrattivi alimentari (burro di arachidi, crema di nocciole). Funzionano a batterie e con un unico set (4 batterie) possono eliminare fino a 50 topi.

La trappola elettrica ha un sensore che rileva la presenza del parassita ed emette una corrente elettrica ad alta tensione quando l’animale entra in contatto con piastre metalliche. È necessario che il topo tocchi entrambe le piastre per essere fulminato, la scarica della corrente elettrica emessa avviene attraverso il parassita, da una piastra all’altra. A seconda del tipo di trappola, una cattura è contrassegnata da un segnale luminoso verde o una notifica inviata al dispositivo connesso (smartphone/tablet). La trappola può essere riutilizzata dopo aver rimosso il parassita e accuratamente pulita. Le piastre metalliche devono essere pulite per garantirne la conduttività elettrica.

TRAPPOLA ELETTRICA CONSIGLIATA PER IL CONTROLLO DEI TOPI:

Sono utilizzate esclusivamente all’interno per controllare i roditori indesiderati. Il principio di funzionamento di queste trappole consiste nel catturare i topi che vengono attirati nella trappola (con l’aiuto di un attrattivo) e ucciderli all’istante, tramite scosse elettriche. Il vantaggio principale di queste trappole è che possono essere riutilizzate (previa adeguata pulizia), ma anche la segnalazione immediata della cattura di un topo.

ATTRATTIVI CONSIGLIATI:

Gli attrattivi sono prodotti appositamente progettati per attirare i topi nella trappola quando si trovano nel raggio d’azione. Gli attrattivi si possono trovare sotto forma di gel, liquidi, solidi, spray, ecc. Possono essere utilizzati insieme a tutti i tipi di trappole, come adesivi, meccanici, autobloccanti, elettrici, ecc., e sono sia per interni che per uso esterno.

Schiuma adesiva raticida

Viene utilizzato rigorosamente da personale autorizzato, al fine di controllare i topi in aree sensibili (fabbriche, ospedali, ecc.). La schiuma viene applicata per coprire i fori di accesso dei roditori nel rispettivo spazio. Così, i topi entreranno in contatto con la schiuma raticida. La schiuma si attaccherà alla loro pelliccia/zampe e la porteranno al nido, eliminando così una popolazione di roditori più numerosa. Quando i topi cercano di pulirsi, entreranno in contatto diretto con il principio attivo.

SCHIUMA RATICIDA CONSIGLIATA:

La schiuma raticida è un prodotto che può essere utilizzato esclusivamente dagli operatori di disinfestazione per controllare i topi in ambienti chiusi, dove il grado di infestazione è elevato. Grazie alla sua formulazione, la schiuma raticida viene trasportata dai roditori che vengono a contatto con essa, portandone il completo controllo, anche eliminando il nido.

  • eu bayer rodenticide racumin foam 500 ml - 4, small

    Racumin Foam

    €29.82

      Formulations:

    • Foam

      Active Substance:

    • Coumatetralyl

      Manufacturer:

    • Bayer

All’interno, per rimuovere l’odore specifico dei roditori nelle aree infestate, è possibile utilizzare disinfettanti per eliminare gli odori sgradevoli. Si trovano in forma liquida, in polvere o aerosol, a seconda del tipo e delle dimensioni dello spazio trattato.

Metodi di controllo dei topi all’aperto

All’esterno della casa, si consiglia di posizionare stazioni di avvelenamento (con raticida) intorno all’area, formando così una barriera contro i topi. In questo modo gli animali che si avvicinano alla casa in cerca di cibo e riparo saranno attratti dall’esca raticida posta nelle stazioni di avvelenamento e la restituiranno ai propri nidi.

Stazioni di intossicazione

Le stazioni di intossicazione sono scatole appositamente progettate per proteggere il raticida o le trappole dalle condizioni ambientali. Allo stesso tempo, impediscono agli animali non presi di mira di accedere al veleno o di entrare in contatto con le trappole poste all’interno. Possono essere realizzati in plastica, cartone, metallo o plastica ondulata. Le stazioni di avvelenamento di plastica ondulata possono essere danneggiate da altri animali e quelle di cartone non sono resistenti all’umidità. Pertanto, vengono spesso utilizzati insieme ad altre trappole e, di norma, vengono posizionati in spazi coperti, protetti dall’accesso degli animali. Si consiglia di utilizzare stazioni di avvelenamento chiudibili a chiave, quando si utilizza il raticida, per proteggere il veleno.

Le stazioni di avvelenamento sono generalmente posizionate intorno alla casa (soprattutto vicino ai punti di accesso interni), a una distanza di circa 5-10 metri.

STAZIONI DI AVVELENAMENTO CONSIGLIATE PER IL CONTROLLO DEI TOPI:

Il ruolo delle stazioni di intossicazione è quello di proteggere l’esca raticida da fattori esterni e prevenire il contatto di animali non bersaglio con sostanze pericolose. Non sostituiscono le trappole per topi e non bloccano i topi all’interno della trappola. Possono essere realizzati con materiali come plastica, cartone, a seconda dello spazio a cui sono destinati.

L’etichettatura delle stazioni di intossicazione è importante per tenerne traccia e informare gli utenti sulla sostanza raticida utilizzata.

Per una maggiore efficienza quando si tratta di controllo dei roditori, nelle stazioni di avvelenamento (ma anche sulle trappole meccaniche), vanno aggiunti attrattivi professionali sotto forma di spray.

  • eu futura trap nara spray meat - 2, small

    Nara Spray Meat

    €64.72

      Manufacturer:

    • FuturA

      Get rid of:

    • Mice,
    • Rats

      Trap type:

    • Bait
  • eu futura trap nara spray choco nut - 2, smallFree Shipping

    Nara Spray Choco-Nut

    €64.72

      Manufacturer:

    • FuturA

      Get rid of:

    • Mice,
    • Rats

      Trap type:

    • Bait

Rodenticidi

I rodenticidi sono prodotti utilizzati per controllare i roditori indesiderati. La formulazione contiene un principio attivo velenoso per i roditori e un attrattivo speciale (con il ruolo di esca). Agiscono per ingestione, più precisamente, i topi si nutrono dell’esca rodenticida e il principio attivo con effetto anticoagulante produce un’emorragia generalizzata nel corpo del mammifero. Generalmente, i topi muoiono entro 2-8 giorni dopo aver ingerito il veleno. Tuttavia, questo dipende dalla quantità di rodenticida consumata, dalla concentrazione del principio attivo e dalle dimensioni dell’animale.

I rodenticidi si trovano sotto forma di buste con pasta, pellet, cubetti di cera, liquido, ecc. La dose consigliata di rodenticida contro i topi è di 20-40 g per ogni stazione. Vengono posizionati utilizzando guanti protettivi perché i roditori possono sentire l’odore delle mani e quindi eviteranno l’esca. Le postazioni devono essere controllate ad un intervallo di 2-3 settimane, e a seconda della quantità di esca consumata, la dose di rodenticida immessa nelle postazioni sarà integrata o diminuita. Per un trattamento efficace si consiglia di utilizzare due diversi tipi di esca per ogni postazione, a seconda delle preferenze dei topi.

RODENTICIDI CONSIGLIATI PER IL CONTROLLO DEI TOPI:

I roenticidi sono prodotti biocidi usati per controllare i topi. Questi sono a base di principi attivi (come brodifacoum, bromadiolone, cumatetralile, ecc.) e coformulanti come esca. I rodenticidi agiscono per ingestione, avendo un effetto anticoagulante. Così provoca la morte dei roditori per emorragia. La morte dei topi può avvenire in 2-8 giorni, a seconda della quantità di rodenticidi ingerita, della taglia dell’animale, del tipo di principio attivo e della sua concentrazione.

GUANTI DI PROTEZIONE CONSIGLIATI:

I dispositivi di protezione hanno il ruolo di proteggere la persona che esegue i trattamenti dalle sostanze pericolose nella composizione dei rodenticidi. Questa categoria include guanti protettivi, tute, maschere, ecc. L’attrezzatura viene scelta in base al tipo di trattamento, nonché alle sostanze utilizzate o al parassita mirato.

Dispositivi ad ultrasuoni

Sono dispositivi elettrici progettati per rimuovere i roditori e tenerli lontani dall’area. Il principio di funzionamento consiste nell’emettere onde sonore di diverse frequenze, al fine di spaventare i topi e scoraggiare la loro attività in una determinata area. Le onde sono impercettibili per le creature non bersaglio. Sono generalmente collocati in spazi ampi e frequenti.

Inoltre, per impedire l’accesso dei roditori all’interno dell’area, i loro fori e le vie di accesso possono essere sigillati utilizzando materiali speciali.

Repellenti per roditori

Si possono trovare sotto forma di pasta, rete metallica, spugna metallica. Sono utilizzati per prevenire e bloccare l’ingresso dei topi nelle aree protette sigillando le strade di accesso.

I repellenti in pasta vengono applicati utilizzando una pistola specializzata. Si possono sigillare crepe, buchi, giunti con un diametro di almeno 5 mm, applicando uno strato con uno spessore di 10 mm. Successivamente, la pasta può essere lisciata usando una spatola.

La sigillatura di fessure/fori attraverso i quali i topi possono accedere all’area può essere eseguita anche con l’aiuto di spugne/tela di filo di rame. Se, tuttavia, le dimensioni del punto di accesso sono maggiori, possono essere bloccati utilizzando una rete metallica.

REPELLENTI CONSIGLIATI PER RODITORI:

I repellenti sono prodotti utilizzati per bloccare l’accesso dei roditori in una determinata area e per sigillare gli ingressi. I repellenti creano barriere olfattive, tattili o ottiche o producono sensazioni sgradevoli ai roditori presi di mira, scoraggiando e impedendo il loro ingresso in ambienti chiusi.

In conclusione, un efficace controllo dei roditori consiste, prima di tutto, nella scelta del trattamento appropriato a seconda dello spazio infestato ma anche nella combinazione di più prodotti/metodi di controllo. Inoltre, è importante eliminare i fattori che possono attirare i topi o rendere difficile il loro controllo e sigillare i punti di accesso dei roditori.

Hai una domanda?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

FAI UNA DOMANDA